C’era una volta il lido comunale…

C’era una volta il lido comunale, quello del podestà Zerbi che durante il suo periodo di reggenza (1926-1928) fa acquistare al comune una struttura balneare gestita da privati e fa estendere le concessioni demaniali allo scopo di fare nascere nuovi impianti sull’arenile. In poco tempo il lido comunale di Reggio diviene un luogo di attrazione per i cittadini reggini, ma anche per i messinesi e per utenti di altre provenienze. L’esperienza è sicuramente da considerarsi un primo tentativo riuscito nel dare un indirizzo di sviluppo turistico alla città.

Con gli anni questo spirito è andato scemando, si è perso forse tra le correnti dello Stretto e mai come oggi il lido comunale lo troviamo lì in attesa di qualcuno che si ricordi di lui.

P_20190912_114703_vHDR_OnP_20190915_112804_vHDR_On

In effetti malgrado la rilevante bellezza paesaggistica di questo luogo, siamo nel centro città, lì dove culmina la passeggiata del lungomare, a ridosso della stazione Lido, a parte qualche passeggiatore occasionale con cane al seguito e qualche bagnante nei mesi estivi non abbiamo altre presenze rilevanti da segnalare.

P_20190819_195532_vHDR_On

Il reggino d’estate scappa a Scilla, Condofuri, S. Lorenzo non si sognerebbe mai di passare una giornata al lido comunale…come sempre chi ha qualcosa sempre vicino a volte non ne riconosce il valore finché non lo perde o qualcuno che viene da fuori glielo fa notare.

Eppure il lido comunale al netto delle sue problematiche è una spiaggia caratterizzata da una vista sullo Stretto magnifica, palme al posto degli ombrelloni, la Via Marina alle spalle, una Miami beach di dimensioni ridotte ma decisamente attraente ed accattivante con quel vento che non ti fa percepire le elevate temperature ed il mare blu che non vedrai da nessuna altra parte…

Un fascino che non si limita al periodo estivo anzi è l’inverno che tira fuori il massimo dello splendore di questo luogo con l’Etna innevato che ti osserva di fronte.

Si parla spesso di grande opere eppure basterebbe veramente poco a far tornare a brillare il lido comunale di Reggio Calabria, un lusso a chilometro zero per tutti, un luogo di socialità dai bambini agli anziani che spesso magari non possono fare lunghi spostamenti ed un’ opportunità di lavoro per i giovani della città

Malgrado l’oggettività dei fatti, Reggio senza il lido comunale non sarebbe la stessa, tutti a fine giornata abbiamo bisogno di quel luogo dove poter scaricare stress e pensieri della giornata, prendere il sole sotto una palma e pensare oggi non ho voglia di arrivare a Scilla e per fortuna il problema non si pone, la spiaggia cittadina è lì che mi aspetta…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close